Perizoma o mutanda: cosa indossare? Confronto e differenze

Nell’abbigliamento di una donna, un aspetto tenuto fortemente in considerazione è quello della lingerie.

Questa oltre a farla sentire “donna” e quindi sensuale e attraente, sta a stretto contatto con la sua pelle, la riveste e la valorizza per tale motivo in questo articolo cercheremo di farvi capire cosa fa per voi, se un semplice slip o il pezzo forte della sensualità, ovvero il perizoma.

Un po’ di storia del passato

Ciò che molte di noi non sanno è che la cultura dell’intimo ha una storia molto antica che potrebbe esser fatta risalire addirittura agli antichi egizi, in cui erano gli uomini a utilizzare slip e perizoma ornamentati nel caso dei più ricchi, oppure semplici per i più poveri, come indumento esclusivo ovvero senza coprirsi con altri capi.

Nel corso degli anni questa cultura è mutata a favore della donna, facendo dell’intimo un ornamento al suo fisico e alla sua sensualità.

Tuttavia esistono ancora determinati tipi di perizoma dedicati agli uomini.

Mutande e perizoma, fisicità a confronto

Molte pensano che basti un perizoma per farle apparire più desiderabili, ma in realtà quasi tutto dipende, oltre che dalla comodità, anche dal proprio fisico, quindi la sua forma e le sue curve che non sempre si valorizzano con questo capo underware.

Per il fisico a pera o triangolo, sono molto più consigliati gli slip, ovvero qualcosa che fasci di più rispetto ad un filo di tessuto, in quanto così facendo i fianchi più pronunciati piuttosto che i glutei verranno messi in risalto senza tuttavia far fuoriuscire quelle fastidiose maniglie dell’amore che al contrario con l’utilizzo del perizoma, verrebbero messe in evidenza.

Al contrario per un fisico a cuore, o longilineo il perizoma marcherà la parte bassa del vostro corpo, mettendo più in mostra quella zona che con degli slip normali non verrebbe valorizzata, ma al contrario camuffata.

Questo ragionamento tuttavia, deve pur sempre tenere conto dell’età delle interessate, in quanto si sa che con l’arrivo dei figli o ancora più in là, con la menopausa il vostro fisico cambierà perciò non sempre il vostro corpo rimarrà lo stesso a venti anni e a cinquanta.

Comodità nell’uso

Un altro fattore molto importante, da non sottovalutare mai, é la comodità che un capo intimo deve avere proprio perché vi accompagna in ogni ora del giorno e il fastidio potrebbe distrarvi dai vostri compiti quotidiani.

Il perizoma è reperibile in molteplici, colori, tessuti e modelli che vanno dai più osé a quelli più neutri, tuttavia non si parlerebbe di perizoma se la parte posteriore non fosse costituita da un’irrisoria quantità di stoffa che lascerà quasi completamente il vostro sedere scoperto.

Perciò se deciderete di utilizzare questo capo underware dovrete tenere conto di quel filo che attraversa le natiche e che non sempre è tollerato da tutte, la scelta migliore forse consisterebbe nello sceglierlo nel momento in cui o indossando un abito molto aderente o per qualche altro motivo, desideriate non mostrare i segni della biancheria.

Le mutande classiche invece, rivestono completamente sia sul davanti che sul di dietro, non causano fastidi quanto a comodità e si dimostrano più adatte ad un utilizzo quotidiano.

Cosa serve sapere sul tessuto di un perizoma e di uno slip

Concorre alla comodità dell’indumento intimo anche il tessuto di cui esso è composto, per questo è necessario che la vostra scelta sia guidata anche da questa caratteristica apparentemente irrilevante.

Infatti molto spesso ci si concentra solo sul modello o il colore che più ci piace, ma in realtà è il tessuto che decreterà il nostro benessere con quel capo.

Il perizoma proprio per la poca quantità di materiale che richiede nella fabbricazione permette di spaziare per una vasta gamma di tessuti, perciò è molto facile che si trovi: in pizzo, lycra e fibre sintetiche.

Queste ultime se utilizzate con assiduità, specialmente nella zona intima, potrebbero causare irritazioni e infezioni a cui già la donna è molto propensa per natura.

Inoltre, il perizoma non coprendo quasi per niente le vostre parti intime non adempirà alla sua funzione protettiva, che diventa ancora più importante nella fase matura di una donna in cui perdite o altro potrebbero minare la sua tranquillità.

Le mutande invece proteggono la donna in ogni sua fase ed è possibile trovarne di moltissime fantasie e modelli, anche senza cuciture.

Nella maggior parte dei casi il tessuto di cui sono fatte è il cotone, il più consigliato per le parti intime, ma vi sono anche in fibre sintetiche.

Conclusioni

Per la scelta del vostro intimo, affidatevi a ciò che il vostro corpo dice, perché quando lo ascoltate e vi sentite bene con esso qualsiasi lingerie vi farà sentire belle e appagate.

Tuttavia quando vi recherete in negozio per acquistarlo, non disdegnate il consiglio di una commessa, che individuerà senza dubbio la mutanda o il perizoma per voi, per il vostro fisico e secondo le vostre abitudini.

Sono una studentessa all’università di Urbino Carlo Bo e frequento la facoltà di Informazione, Media e Pubblicità. Le mie passioni sono la lettura, la scrittura e la moda.

Back to top
menu
Abbigliamento donna