Pantaloncini jeans per donna: migliori prodotti di Agosto 2021, prezzi, recensioni

In questo articolo vedremo insieme quali sono i migliori pantaloncini in jeans da donna di Agosto 2021, ma prima parleremo dell’abbigliamento in generale, analizzandolo sotto vari aspetti.

Che cos’è l’abbigliamento?

L’abbigliamento è l’insieme degli indumenti che usiamo per vestirci.

L’abbigliamento in realtà nasce per proteggere il corpo umano dalle ostilità e dai pericoli dell’ambiente.

Gli agenti atmosferici come freddo, pioggia e sole sono i primi a far sì che il corpo debba essere protetto in qualche modo. Anche insetti o sostanze tossiche, armi o attacchi esterni hanno fatto sì che il corpo sia stato dovuto essere necessariamente protetto.

Ma l’abbigliamento ormai non è più un semplice vestiario protettivo, è un modo di vestire, uno stile che ci contraddistingue. L’abbigliamento è la nostra seconda pelle che non ci lascia mai, è sempre con noi in ogni circostanza. Qualsiasi ruolo ricopriamo nella vita, in qualsiasi momento della vita, dalla nascita alla morte, l’abbigliamento ci accompagna costantemente, di notte e di giorno.

L’abbigliamento nella storia e nella società

L’abbigliamento è un settore dell’industria per la produzione, la confezione e la distribuzione di indumenti e accessori che usiamo per vestirci.

Inoltre l’abbigliamento accompagna e documenta l’evoluzione dell’essere umano fin dall’inizio dei tempi nel corso dei secoli.

L’abbigliamento può essere analizzato quindi sotto vari aspetti, perché riguarda l’antropologia, l’etnografia, documenta il costume e la società dei popoli da un punto di vista economico, tecnologico, della moda e del consumo.

Parlando di abbigliamento inoltre potremo parlare delle materie prime impiegate per la produzione degli indumenti, delle tecniche di produzione, del fattore estetico legato alla moda e al costume della società. Potremo parlare inoltre dell’aspetto simbolico dei vestiti e dell’abbigliamento, del valore sociale e dei fattori economici che influiscono sull’abbigliamento.

Ogni indumento infatti ha un profondo significato sia a livello culturale che sociale. I vestiti oltre alla funzione pratica svolgono una grande funzione estetica, da cui possiamo capire il gusto dell’epoca. A livello simbolico un indumento può rappresentare un’appartenenza sociale, civile, religiosa, uno status sociale o un’etnia o un ruolo professionale.

I pantaloni da donna

Oggi giorno siamo abituati a parlare di calzoncini da donna e vederli indossare sia in estate che in inverno da ragazze e donne di quasi tutte le età.

Ma fino a non molto tempo fa non solo il pantaloncino corto non era indossato dalle donne, ma nemmeno il pantalone lungo.

Le donne molto difficilmente indossavano i pantaloni.

I pantaloni nella storia dell’emancipazione femminile

L’eroina francese Giovanna D’Arco fu una delle prime donne ad indossare indumenti da uomo come i pantaloni, l’armatura e a portare i capelli corti. Giovanna d’Arco fu giustiziata proprio per questi motivi, per aver rotto dei canoni di abbigliamento e costume della società di allora.

Anche successivamente, già dai primi anni dell’Ottocento i pantaloni furono usati dalle donne come strumento di rivendicazione dei pari diritti e per l’indipendenza e l’emancipazione femminile.

L’uso dei pantaloni da parte di una donna fu cominciato ad essere tollerato a partire dal’ Ottocento, quando anche le donne iniziarono a praticare lavori manuali, o tipicamente maschili, o mansioni dure.

I primi movimenti per l’emancipazione della donna cominciarono a promuovere l’argomento della scomodità degli indumenti femminili ma l’idea fu accettata solo dopo la fine delle guerre mondiali.

La fine degli anni ’70 rappresenta un’altra pietra miliare nella storia dell’abbigliamento.

Questi infatti furono gli anni in cui furono inventati i jeans e in cui i pantaloni cominciarono ad essere indossati indistintamente da uomini e donne.

Il movimento hippie ha sicuramente contribuito fortemente alla diffusione dei jeans indossati da donne.

I pantaloncini

I pantaloncini sono detti anche pantaloni corti, calzoncini o short.

Si tratta di pantaloni unisex tagliati sopra le ginocchia.

I calzoncini nascono negli Stati Uniti alla fine del 1800 come indumento usato prevalentemente dai bambini fino all’adolescenza, oppure dai militari che operavano in zone esotiche.

I pantaloncini erano spesso parte della divisa scolastica dei bambini. Dopo l’adolescenza però i ragazzi indossavano solo i pantaloni lunghi.

Gli shorts sono entrati nell’uso abituale sia maschile che femminile dagli anni 50-60 in poi. In ambienti di lavoro o in situazioni formali gli shorts comunque tutt’ora non sono molto adatti.

Questo in Occidente, perché in Medio Oriente i calzoncini non vengono usati né dalle donne né dagli uomini. Secondo dei tabù religiosi e sociali una donna non dovrebbe mostrare le proprie gambe perché compierebbe un atto immorale.

I modelli di calzoncini da donna

I pantaloncini sono un capo d’abbigliamento ormai molto diffuso e indispensabile fra le donne di tutte le età. I pantaloncini sono molto usati anche in ambito sportivo.

Il calzoncino largo con tasche laterali e passanti è il bermuda, invece il modello tagliato sotto il ginocchio si chiama pinocchietto.

Dagli anni ottanta in poi i calzoncini di jeans sono diventati molto popolari sia fra le donne che fra gli uomini. I calzoncini da donna possono essere un indumento molto sexy, soprattutto se tagliati a metà coscia o addirittura all’altezza dei glutei.

I modelli di calzoncini da donna sono praticamente infiniti perché ci sono tantissimi modelli, materiali, stili e marche differenti.

Gli shorts da donna in jeans. L’indumento più sexy di ogni estate

I calzoncini più amati in assoluto dalle donne sono gli shorts di jeans.

Possiamo indossare dei pantaloncini in jeans a vita bassa e mostrare l’ombelico ed usare degli stivali per un effetto vintage e allo stesso tempo country.

Altrimenti se vogliamo veramente seguire l’ultima tendenza dovremo indossare calzoncini di jeans a vita alta molto sgambati e sfrangati. Possiamo abbinare i calzoncini sfrangiati a degli accessori come bracciali e collane di legno o di altri prodotti naturali come conchiglie ad esempio. Potremo usare cinte in cuoio intrecciato e una borsa con frange.

In ogni caso l’effetto dei nostri calzoncini di jeans sarà veramente sexy e d’impatto.

Naturalmente per indossare dei calzoncini di jeans di questo tipo dobbiamo avere delle belle gambe da mostrare.

Ser la nostra forma non è al top potremo comunque essere sexy ma casual indossando calzoncini di jeans di un modello largo sulle gambe invece che aderente e sexy.

I calzoncini di jeans, qualsiasi sia il loro modello, sono sempre un indumento in voga e di tendenza, il capo d’abbigliamento più usato ogni estate da donne, ragazze e bambine.

Redattrice, copywriter e graphic designer.

Lavoro nel mondo della comunicazione e dei media da più di 15 anni.

Ho redatto e progettato numerose riviste di viaggi e per bambini, ideato e realizzato campagne pubblicitarie, ho pubblicato articoli redazionali sui maggiori quotidiani nazionali.

Sono appassionata di design e arredamento.

Mi piace dipingere e praticare sport come pole dance, surf e stretching.

 

Back to top
menu
Abbigliamento donna