Mutande da donna: migliori prodotti di Giugno 2021, prezzi, recensioni

Gli slip da donna sono sicuramente uno degli indumenti femminili più importanti e per questo devono essere scelti con cura. Occorre considerare diversi fattori nella scelta, tra cui materiali con cui sono prodotti, presenza o meno di cuciture, la scelta della taglia, della marca, etc.

Cosa considerare

L’abbigliamento intimo è parte fondamentale nella vita di ciascuno. Visto che si indossa praticamente tutti i giorni, occorre fare una scelta attenta (anche ai dettagli). Gli slip da donna devono essere:

  • comodi (neanche a dirlo!);
  • adatti a ciò che indossi;
  • della giusta misura;
  • di buona qualità.

Scegli la taglia giusta

Non c’è niente di peggio che indossare un paio di mutande scomode, diciamoci la verità! Sarà sicuramente capitato a tutte noi di indossare un paio di slip sbagliati. Il risultato? Beh, una giornata storta, come minimo. Un paio di slip devono essere assolutamente confortevoli, questo è il prerequisito fondamentale. Il che significa, ad esempio, che bisogna azzeccare la taglia. Ecco come assicurarsi di scegliere la misura giusta: quando scegli un paio di slip leggi guardando la tabella riportata sulla confezione. Affinché un paio di mutande sia della giusta misura occorre che la taglia scelta non sia né troppo grande né troppo piccola. Da valutare la simmetria sulle cosce e sul fondoschiena. Ovviamente non devono stringere né fare grinze.

Visto che prima di capire se un paio di slip siano adatti, ovvero comodi, oppure no, occorre provarli e quindi tenerli indosso per un po’ di tempo, sconsiglio di acquistare slip in grandi quantità se non se ne conosce ancora l’efficacia. Meglio procedere con l’acquisto di un solo paio per testarle e vedere se hanno superato la prova!

Cerca un materiale di qualità

La scelta del tessuto è fondamentale, sia perché assicura un giusto comfort, sia perché garantisce una lunga durata allo slip. Non vi sono tessuti migliori di altri in senso assoluto, ma quelli che più si adattano al tuo. In ogni caso il tessuto dovrà essere morbido e con le cuciture non sporgenti o ruvide. Il cotone è sempre la migliore scelta, perché fa respirare bene la pelle ed è facile da lavare. Altri materiali tra cui scegliere sono:

  • l’elastan,
  • la microfibra,
  • il nylon setoso.

Anche la seta e il raso sono materiali di ottima qualità, ma tieni presente che non possono essere lavati in lavatrice (se non nel ciclo apposito di capi in seta). Infine vi sono i materiali misti che possono essere una buona scelta.

Gli slip senza cuciture

Alcune li amano, altre non i sopportano: sono gli slip senza cuciture. Negli ultimi anni sono diventate delle mutande molto diffuse. Il pregio più importante di questo tipo di slip è dato dal fatto di non avere, appunto, delle cuciture. Lo slip appare liscio nella parte esterna, donando l’enorme vantaggio di non segnare. Quindi, indossando un paio di pantaloni, gonne o vestiti non si avrà nessun problema di intravedere la linea degli slip. Quella delle cuciture non è solo una questione di estetica, bensì anche di comodità. A chi piace indossare degli slip che stringono o che tirano? E’ tutt’altro che semplice stabilire quale tipo di biancheria intima ti vada bene, e prima di trovare quella ideale potrebbe essere necessario fare diverse prove. Occorre sceglierla anche in base a ciò che si intende fare durante il giorno o la sera. Ad esempio, se indossi un capo leggermente trasparente meglio optare per un modello color carne.

Gli slip per fare sport potrebbero essere diversi da quelli da indossare sopra un abito da sera. In ogni caso, quando trovi il modello giusto sarebbe bene che conservassi l’etichetta in modo da sapere quale sia il modello da riacquistare. E, a proposito di etichette, meglio toglierle per sentirsi più a proprio agio o, in alternativa, optare per modelli senza etichette.

Quali sono le diverse tipologie di modelli

Esistono in commercio diverse tipologie di mutande da donna, ognuna delle quali verrà scelta in base al gusto personale e alle esigenze specifiche. Ecco i vari modelli:

  • gli slip sono le classiche mutande da donna con hanno un taglio comodo;
  • la culotte sono più alte rispetto agli slip e somigliano a un paio di short molto corti;
  • il perizoma ha dimensioni più ridotte rispetto agli slip in quanto lascia scoperto il fondoschiena;
  • il tanga è molto simile al perizoma, ma con la particolarità di avere un laccetto sui fianchi molto piccolo;
  • la brasiliana è una sorta di via di mezzo tra perizoma e slip;
  • la guaina è un modello contenitivo che viene utilizzato per dare sostengo e per modellare pancia e fianchi. E’ particolarmente indicata per le donne che hanno partorito ma anche per chi ha dei chili di troppo.

Infine, esistono anche le mutande usa e getta (una scelta non propriamente ecologica ma che in alcuni casi può dimostrarsi utile). Sono particolarmente utili per le gestanti che si recano in ospedale per il parto.

Ho una laurea in filosofia e un master in economia. Scrivo per la carta stampata e per il web, su argomenti anche molto diversi tra loro. La mia passione? Imparare cose nuove, scoprire, parlare, confrontarmi, reinventarmi un po’ in tutto, dalla vita privata a quella professionale. Sono una perfezionista, sempre al lavoro per migliorarmi e migliorare. Amo cucinare, leggere, scrivere, ascoltare musica, ma anche fare shopping, navigare online alla ricerca del capo d’abbigliamento perfetto.

Back to top
menu
Abbigliamento donna