Abbigliamento donna online: migliori marche, vestiti per donna, abiti femminili per donna e ragazza

Come scegliere i vestiti in base al proprio fisico

Non è sempre facile scegliere il capo d’abbigliamento giusto, ovvero quello che valorizza al massimo il tuo corpo. Per farlo occorre, prima di tutto, partire dal tuo tipo di fisicità. Ogni donna, infatti, possiede la sua specifica forma fisica. Si distinguono 4 forme fisiche:

  • a rettangolo, si intende un fisico in cui la vita è poco segnata e le forme hanno tendenzialmente poco risalto. In questo caso meglio puntare sulle gambe scegliendo un abito che non segni eccessivamente il punto vita;
  • a pera, qui i fianchi sono abbandonati e il punto vita è ben evidenziato. In questo caso meglio è consigliato valorizzare la parte superiore del corpo;
  • a mela, dove la parte della superiore del corpo risulta abbondante, ma le gambe e i fianchi sono sottili. Si consigliano abiti con gonne ampie e bustino aderente;
  • a clessidra, con forme morbide, seno e fianchi generosi, ma con un punto vita segnato. In questo caso si consiglia di valorizzare proprio il punto vita con l’utilizzo, ad esempio, di cinture.

Valorizzare il proprio corpo è la base da cui partire per un look che risulti armonioso ed esteticamente piacevole. Quindi non basta scegliere il vestito più bello, perché bisogna vedere per prima cosa se è in grado di valorizzare la tua fisicità.

Gli accessori

Quando si parla di abbigliamento femminile, si parla anche di accessori, ovvero di un oggetto decorativo che integra l’abbigliamento. Ecco quali sono gli accessori principali:

  • le scarpe. Ne esistono di tantissimi modelli, con tacchi alti o senza tacco. E’ uno degli accessori più amati dalle donne e, insieme alla borsa, può dare un tocco particolare al tuo outfit. Può avere uno stile diverso dal resto dell’abbigliamento o essere in line con questo (classica con vestiti classici, o sportiva con abiti casual);
  • le borse. L’accessorio per eccellenza, scelto in base all’altezza di chi le indossa. Per chi non è altissima meglio optare per borse piccole o medie, se invece l’altezza è il tuo forte allora puoi optare anche per borse di grandi dimensioni. I modelli sono tantissimi (a tracolla, a spalla, a mano, etc.), disponibili in diversi colori e materiali;
  • i cappelli. Un accessorio molto utile per riparare dal freddo e dal sole, ma anche per donare un tocco unico e originale al tuo outfit. Da scegliere con cura in base alle dimensioni della testa, alla forma del viso, e al tipo di capigliatura. In commercio ve ne sono di tutti gli stili;
  • i guanti. Come i cappelli, sono utili durante l’inverno, per riparare le mani dal freddo. Ma anch’essi possono donare un tocco unico al look;
  • gli occhiali. Utilizzati tutto l’anno, ma d’estate diventano quasi obbligatori per ripararsi dai raggi del sole. Da scegliere con cura per il colore delle lenti e per la forma della montatura;
  • le cinture. Ve ne sono di tutte le dimensioni, materiali, stili, colori. Una volta si usava abbinarla alle scarpe e alla borsa, ora non più;
  • sciarpe e foulard. Utilizzati sia in inverno che in estate, a seconda del tessuto. Durante le stagioni più fredde, diventano un accessorio utile, oltre che glamour;
  • gioielli, orologi e bijoux. Possono donare un tocco particolare al tuo outfit. Meglio non esagerare con la quantità di bracciali, orecchini, collane, e optare per un solo gioiello, soprattutto se è particolarmente vistoso;
  • le calze. Ve ne sono di tutti i tipi, pesanti, leggere, corte, lunghe, colorate, neutre, etc. Sono utilizzate prevalentemente durante le stagioni fredde.

L’abbigliamento sportivo

Per abbigliamento sportivo si intende qui l’abbigliamento per fare attività fisica, sia in palestra che a casa o fuori casa. Negli ultimi anni questo tipo di abbigliamento si è andato sempre più perfezionando. Lo sport-wear può essere talmente ricercato da essere anche adatto per la vita di tutti i giorni. Principalmente nell’ambito dell’abbigliamento sportivo occorrono indumenti comodi, che ti facciano sentire a tuo agio. Ecco un elenco di indumenti sportivi più utilizzati:

  • canottiere,
  • t shirt,
  • leggings (disponibili in tantissimi modelli diversi: corti, lunghi, aderenti, larghi),
  • tuta,
  • reggiseni sportivi (che permettono di muoversi liberamente).

Sono i materiali che caratterizzano principalmente questo tipo di abbigliamento. Si tratta di capi traspiranti che assorbono il sudore e tengono la giusta temperatura corporea. Se, ad esempio, siete abituati a fare sport o qualsiasi tipo di attività fisica (come la semplice camminata veloce) all’aperto anche durante la stagione più fredda, fareste bene a utilizzare un abbigliamento tecnico, in grado di ripararvi dal vento e dal freddo, per non rischiare facili malanni.

L’abbigliamento intimo

L’abbigliamento intimo è un capitolo molto importante nell’ambito dell’abbigliamento femminile. Avere un giusto abbigliamento intimo, infatti, aiuta anche a indossare in modo corretto gli abiti. I colori utilizzata dalla maggior parte delle donne sono il nero, il bianco e il color carne. Ma anche il grigio, i colori pastello, le fantasie, il rosso a capodanno. Per quanto riguarda i tessuti, capi di abbigliamento intimo si trovano:

  • in pizzo,
  • in lycra,
  • in seta,
  • in cotone.

Ma vediamo ora nello specifico quali sono i capi di abbigliamento intimo. Tra questi troviamo innanzitutto i reggiseni (da scegliersi in base alla circonferenza e alla coppa). Ve ne sono di tantissimi modelli: dai mitici push up, ai reggiseni a fascia e a balconcino. L’importante è scegliere il modello che meglio si adatta alla tua forma del seno. Poi ci sono gli slip, e anche per questi i modelli sono davvero tanti e con tante varianti. Dal perizoma al tanga, dalla brasiliana alla culotte, l’importante è che sia senza cuciture (soprattutto se sopra indossi un pantalone o una gonna aderente). Poi vi sono i body, le canotte e i reggicalze, per chi vuole sentirsi particolarmente sexy. Infine, vi è anche l’intimo contenitivo, ovvero modellante, utile per dare risalto alla siluette. La cosiddetta pancera la si trova in tutti i colori e in tutti i tipi di tessuti, anche in pizzo.

L’abbigliamento casual

Per abbigliamento casual s’intende quel tipo di abbigliamento informale e confortevole, non elegante ma neanche sciatto! L’abbigliamento casual, essendo tendenzialmente neutro e “tranquillo” può essere personalizzato con qualche tocco personale, per renderlo unico e irripetibile. Tra i capi che fanno parte dell’abbigliamento casual troviamo:

  • la t-shirt,
  • i jeans,
  • i leggings,
  • le sneakers.

Si tratta di un abbigliamento adatto in diverse circostanze e che ha, come parola d’ordine, la comodità. Non è un abbigliamento sportivo, ma non è neanche un abbigliamento elegante. Ovviamente esistono anche altri tipi di capi, oltre quelle menzionati, in stile casual. Tra questi troviamo maglioni oversize, blazers, ma anche semplici maglioncini, camicie, gonne e vestiti. Per quanto riguarda le calzature, troviamo, oltre alle sneakers, molti altri modelli di scarpe casual (come quelle senza tacco). I soprabiti casual più utilizzati, invece, sono i piumini e i trench. Infine, il tessuto in cui è fatto un capo dice molto sullo stile d’abbigliamento. Quindi, la seta, il pizzo e il raso, tanto per fare degli esempi, non sono certo delle scelte casual. Mentre, il cotone e la pelle sono molto più informali.

Cosa indossare per una cerimonia

Vi sono alcuni marchi che confezionano esclusivamente o prevalentemente abiti per cerimonia. Si sa che l’abbigliamento da cerimonia richiede un dress code particolare. In alcuni casi, soprattutto per i matrimonio, gli sposi richiedono un preciso dress code, che viene comunicato con l’invito al matrimonio. In tutti gli altri casi, quando questo non viene specificato, come vestirsi? Per la scelta dell’abito le parole d’ordine eleganza e sobrietà. Non è vietato (anzi!) personalizzare il tuo look con un tocco glamour, utilizzando ad esempio un accessorio giusto. Il primo consiglio è quello di scegliere un abito comodo, visto che dovrete indossarlo per molte ore. Altra raccomandazione è quella di optare per qualcosa che vi faccia sentire a vostro agio, che rispecchi il vostro stato d’animo, perché diversamente, potrete risultare impacciate e a disagio. I tessuti vanno scelti secondo due criteri principali: quello dell’eleganza e quello della stagione. In estate si possono scegliere abiti leggeri in materiale naturale (non sintetico) per evitare di sudare eccessivamente.

Anche la location dove si svolgerà la cerimonia è da tenere presente per decidere il tipo di outfit. Se, ad esempio, il matrimonio (o qualsiasi atro tipo di cerimonia) si svolge in spiaggia, sono da evitare scarpe con tacchi a spillo. Mentre, se si tratta di una cerimonia in una villa, l’abbigliamento può essere anche più formale. In ogni caso, gli abiti da cerimonia adatti possono essere un vestito, una gonna, un paio di pantaloni o anche una tuta. Ciascuno di questi capi d’abbigliamento, infatti, può essere elegante, perché tutto dipende dal modello e da tessuto.

Quali sono gli abiti da lavoro

Ogni professione ha bisogno del suo look particolare. In alcuni casi è necessaria una divisa, come ad esempio, per medici, infermieri, forze dell’ordine, etc. Ma, per altri tipi di lavori è sufficiente farsi ispirare dal buon senso. Sicuramente molto donne si pongono la domanda come vestirsi per andare in ufficio. Non vi sono regole fisse per gli abiti da lavoro d’ufficio, anche se in ogni caso è bene non esagerare con accessori, né con abiti non consoni, o con scarpe inadeguate. Molto dipende dal tipo di ambiente lavorativo, in ogni caso meglio scegliere qualcosa che ti faccia sentire a tuo agio, evitando abiti troppo stretti, o scomodi.

Visto che in genere la giornata lavorativa dura mediamente 8 ore, sarà meglio optare per qualcosa di confortevole, che vi farà sentire bene e vi farà lavorare al meglio. Al di là del capo scelto, tutto dovrà essere pulito, stirato e impeccabile. No alla sciatteria, al lavoro come in ogni altro posto! Anche per chi lavora da casa, meglio sentirsi sempre in ordine, aiuta incredibilmente a essere più produttive.

Cosa si intende per abbigliamento vintage

Negli ultimi ani l’abbigliamento vintage sta avendo un notevole riscontro tra la clientela femminile. I capi vintage sono quei capi datati che si possono acquistare nei mercatini, ma anche presso i punti vendita (anche online). In alcuni casi si tratta di indumenti nuovi, ma ispirati agli anni passati (anni ’50, anni’60, etc.). Tu stessa puoi rivisitare un vecchio abito di una zia o di una nonna, riadattandolo al tuo stile. Il vintage è un vero e proprio stile d’abbigliamento, molto apprezzato tra giovani donne così come da quelle mature.

La particolarità di questo stile risiede nel fatto che i capi vintage (quando originali) sono praticamente pezzi unici che solo tu possiedi. Ciò rende anche i capi vintage preziosi perché, se sono autentici, possiedono una buona fattura, visto che i capi degli anni passati erano prodotti per durare più a lungo.

Quanti tipi di tessuti esistono

Nella scelta di un capo d’abbigliamento si devono prendere in considerazione diversi fattori. Tra questi vi è anche la scelta del tipo di materiale. Un capo può essere fatto in:

  • cotone, è uno dei tessuti più pratici e confortevoli, perfetto in tante situazioni;
  • denim, un tessuto che può essere utilizzato per la produzione di diversi capi d’abbigliamento;
  • lino, simile al cotone, si ottiene dalla lavorazione delle fibre provenienti dalla pianta del lino ed è adatto per outfit estivi e informali;
  • pied de poule, tessuto pesante e resistente, adatto per look invernali;
  • principe di Galles, un filato in lana caratterizzato da una stampa iconica che può essere utilizzata sia per capi invernali che per capi estivi;
  • tweed, di origini scozzesi, è un tessuto elegante adatto per look invernali e primaverili;
  • velluto, perfetto per capi raffinati da utilizzare in look invernale;
  • cashmere, la lana più pregiata e costosa, ma anche calda, morbida e confortevole;
  • chiffon, tessuto evanescente e con effetto increspato, perfetto per vestiti da sposa ma anche per nude look;
  • lamé, ottenuto dall’unione di fili metallici con altri tipi di materiali (come ad esempio, cashmere, seta, lana e materiali sintetici);
  • pizzo, uno tra i tessuti più preziosi, perfetto per cerimonie ed eventi importanti;
  • seta, una fibra molto pregiata e delicata, sinonimo di femminilità ed eleganza;
  • tulle, una garza ottenuta grazie a un particolare telaio.

Scegliere i capi d’abbigliamento anche in base ai tessuti, ti aiuterà ad apprezzarli appieno, a utilizzarli nella stagione giusta e a distinguere capi sportivi da quelli più eleganti.

L’abbigliamento sostenibile ed eco-sostenibile

Soprattutto negli ultimi anni si sente sempre più spesso parlare di moda sostenibile ed eco-sostenibile, ovvero di capi d’abbigliamento che si fondano su principi etici. Anche se spesso le due cose vengono confuse, vi è una differenza sostanziale tra moda sostenibile e moda eco-sostenibile.

La moda sostenibile fa riferimento alle condizioni lavorative e al benessere dei lavoratori nell’ambito dell’azienda in cui lavorano. La seconda, invece, ha lo scopo di proteggere l’ambiente, attraverso l’utilizzo di materiali dal basso impatto ambientale. Ormai la maggior parte dei marchi di moda si è posta o si sta ponendo questa problematica. Quindi, l’abbigliamento eco-sostenibile ha a cuore la salute del pianeta e rifiuta l’utilizzo di sostanze tossiche o non biodegradabili. Capi di questo tipo sono molto importanti, perché danno un duplice messaggio: quello di salvaguardare la salute dell’ambiente e la propria, rifiutando l’utilizzo di sostanze tossiche. Tutti i capi di abbigliamento eco-sostenibile sono certificati da parte di enti locali o internazionali, i quali confermano la qualità dei materiali utilizzati. La strada per una moda in gran parte sostenibile o eco-sostenibile è lunga ma inevitabile, tanto che anche i grandi marchi si stanno orientando in questa direzione.

I brand

L’abbigliamento da donna è talmente vasto che per parlare di brand sarebbe più opportuno distinguere in fasce di prezzo. Vi sono marchi di fascia bassa (molto economici), di fascia medio-bassa, medio-alta, alta e poi vi sono anche marchi di lusso. La scelta è ampia e la varietà di prezzo anche. Questo dipende dalla qualità del capo, ovvero dal tessuto con cui è realizzato, dalle rifiniture, accessori, etc. Non sempre i marchi più cari garantiscono un capo di qualità. E non sempre i capi a buon mercato sono scadenti.

I marchi si distinguono anche in base allo stile: casual, elegante, sportivo, abiti da cerimonia, da sposa, etc. In ambito sportivo, ad esempio, esistono marchi storici con una storia consolidata alle spalle che sono apprezzati dalla stragrande maggioranza degli utenti, come ad esempio: Timberland, Adidas, Puma.

Capire il proprio stile

Può sembrare strano ma può capitare di non sapere quale sia il proprio stile, quale sia il tipo di abbigliamento che ti rappresenti meglio. Per questo motivo, soprattutto negli ultimi tempi, stanno riscontrando un certo successo i personal shopper (anche online) che ti aiutano a capire, in base alla tua fisicità, alle tue misure e colori, quale siano i capi d’abbigliamento più idonei. L’abbigliamento, inevitabilmente, parla di te e di come sei (o quantomeno di come appari!), quindi non pensare sia tempo perso dedicare qualche minuto della tua giornata alla preparazione del tuo outfit quotidiano.

Alcune donne preferiscono preparare il loro outfit alla sera, in modo da averlo giù pronto la mattina per andare a lavoro. Un consiglio: avere un armadio in ordine, con capi sempre puliti e stirati (magari suddivisi per lunghezza, colore, etc.) ti aiuterà ad essere più veloce ed efficiente negli abbinamenti. Infine, attenzione a non tralasciare la cura della scarpiera. Anche le scarpe, infatti, devono essere sempre pulite e in forma, per non rovinare un outfit perfetto.

Stefania Abbondanza

Ho una laurea in filosofia e un master in economia. Scrivo per la carta stampata e per il web, su argomenti anche molto diversi tra loro. La mia passione? Imparare cose nuove, scoprire, parlare, confrontarmi, reinventarmi un po' in tutto, dalla vita privata a quella professionale. Sono una perfezionista, sempre al lavoro per migliorarmi e migliorare. Amo cucinare, leggere, scrivere, ascoltare musica, ma anche fare shopping, navigare online alla ricerca del capo d'abbigliamento perfetto.

Back to top
menu
Abbigliamento donna